Silenzio e Vita | Sviluppi

Il silenzio della mente e il risveglio dei sensi possono rappresentare, oltre che un punto d’arrivo terapeutico, anche un trampolino di lancio verso esperienze più profonde. In effetti sono giunto all’idea di ‘Silenzio e Vita‘ solo alla fine di un lungo percorso interiore, i momenti più incisivi del quale sono sempre stati contraddistinti dalla presenza dei due elementi che sto mettendo al centro di questa proposta esperienziale: il silenzio, appunto, e la natura.

Non sono avvezzo alla nuova esperienza a qualsiasi costo, le preferisco di gran lunga il punto d’incontro tra la pace che regna nel mondo extraumano e quella che riusciamo a destare dentro di noi. Quando infatti questi fattori si uniscono, l’effetto che ne consegue implica la chiara percezione dell’annullamento di qualsiasi distanza o differenza tra il singolo e l’universo. Non si è più – e non ci si sente più! – una goccia separata dall’oceano, ma l’oceano stesso…

Ecco perché, le rare volte che mi è stato chiesto d’identificarmi pubblicamente riferendomi a un’etichetta o a un’azione, ho sempre scelto di farmi rappresentare dalla contemplazione (ossia l’identificazione totale con l’oggetto al quale si dà attenzione e, perciò, l’annullamento dell’azione stessa, sostituita invece dalla percezione dell’essere).

La passaggiata è quindi l’espediente ideale per uscire dalla corrente generalizzata del fare a qualsiasi costo ed è anche il primo passo essenziale verso la piacevole e vivificante riscoperta di un’intimità con se stessi e con la Vita intera, che potrà poi tramutarsi nella più piacevole e appagante delle avventure.

Stiamo traducendo in percorsi esperienziali le riflessioni e la saggezza antica delle persone che calcarono queste stesse orme prima di noi. Come di consueto, tenderemo – anche se con moderazione – a sostituire l’esercizio della parola con quello dell’attenzione e, ancora una volta, proporremo di spostare quest’ultima dal fare all’essere.

Se permetterai a te stesso di assaporare il piacere profondo della via del silenzio, avremo tutti modo di continuare a percorrerla e approfondirla insieme costruendo rapporti interpersonali sempre più solidi e umani.

Ecco la lista degli sviluppi esperienziali che potresti proporre ai tuoi amici.

 

Francesco Pandolfi Balbi

Francesco Pandolfi Balbi

Sono un eremita estroverso. Mi comporto quasi sempre da onda, quasi mai da particella. Amo il silenzio, permette di spaziare con i sensi sin quasi all'infinito. Gli ho dedicato un intero sito. Indago sulle grandi domande di sempre e ho delle risposte. Mie, organiche, discutibili come ogni altra. Metto a frutto i miei giorni per comprendere. E' un gioco di quelli 'bambini' che mi assorbe totalmente. Cerco sempre di condividerlo con chi sento sulla mia stessa lunghezza d'onda. Infatti, per illuminarmi la via, ho sempre usato tre lanterne: la bellezza, l'armonia, l'amore per la condivisione. Mi piace assumermi la responsabilità del mio punto di vista e agisco per creare equilibrio. Ecco perché, tra le altre cose, scrivo libri e, attraverso il sito MAGRAVS Italia, cerco di far conoscere la tecnologia Keshe... una cosa pazzesca che sta cambiando il mondo... Di me parlo anche in questa pagina.
Francesco Pandolfi Balbi

Latest posts by Francesco Pandolfi Balbi (see all)